logo della Repubblica italiana

Regolamento di funzionamento-scuola dell’Infanzia

Regolamento di funzionamento per la scuola dell'Infanzia deliberato dal Collegio dei docenti e dal Consiglio di Istituto a gennaio 2024

Descrizione

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO per LA SCUOLA PRIMARIA
DELIBERATO DAL COLLEGIO DEI DOCENTI IN DATA 12 GENNAIO 2024
DELIBERATO DAL CONSIGLIO DI ISTITUTO IN DATA 15 GENNAIO 2024

Art. 1 – Accesso a scuola

Per l’entrata e l’uscita gli alunni accompagnati dai genitori si avvalgono dell’ingresso stabilito.
Tutti i genitori degli alunni che si presentano a scuola prima dell’orario di apertura non sono autorizzati ad entrare nell’edificio scolastico o nelle sue pertinenze.
Nel corso delle attività didattiche, gli ingressi dell’edificio scolastico vengono chiusi per ragioni di sicurezza.
I genitori concorderanno con le insegnanti le modalità qualora il bambino dovesse entrare o uscire da scuola al di fuori degli orari previsti. Tali situazioni non devono, comunque, diventare frequenti o abituali.

Art. 2 – Uscita alunni

I bambini vengono affidati dalla scuola ai genitori, agli adulti delegati o all’addetto al servizio scuolabus.
In nessun caso il bambino viene affidato a persone non autorizzate dai genitori.

Art. 3 –Mensa scolastica e merenda

La mensa scolastica funziona tutti i giorni dal lunedì al venerdì, alla quinta ora (dalle ore 12:00 alle ore 13:00).
I bambini accedono alla sala mensa accompagnati e vigilati dai docenti in servizio in quell’ora.
Il servizio mensa è gestito dall’Amministrazione Comunale e il cibo viene preparato dalla cuoca nella cucina interna della scuola.
Alle ore 9:30 e alle ore 15:15 circa viene distribuita la merenda (frutta, pane, yogurt), pertanto non è permesso introdurre a scuola merendine o altro cibo.

Art. 4 – Riposo pomeridiano

Il riposo pomeridiano funziona tutti i giorni dal lunedì al venerdì:
– nella Scuola dell’Infanzia – Plesso di Albina per piccoli e medi;
– nella Scuola dell’Infanzia – Plesso di Gaiarine per i piccoli.

Art. 5 – Assenze

I genitori comunicano telefonicamente l’assenza del bambino e sono tenuti ad avvisare preventivamente le insegnanti di sezione per assenze prolungate.

Art. 6 – Uscite didattiche e visite guidate

Le uscite didattiche e le visite guidate costituiscono iniziative complementari alle attività istituzionali della scuola e vengono effettuati per particolari esigenze didattiche connesse alle attività programmate.
È opportuno favorire la partecipazione della maggior parte degli alunni.
Gli atti amministrativi propedeutici sono predisposti esclusivamente dall’ufficio di segreteria.
La scuola comunica alle famiglie il programma della visita con indicazione del giorno, degli orari e della spesa individuale. Viene acquisita l’autorizzazione scritta con la quale il genitore consente al figlio di partecipare.
Partecipano docenti, su ordine di servizio del Dirigente scolastico, in numero tale da assicurare la necessaria assistenza e vigilanza degli alunni.
Le uscite didattiche e le visite guidate proposte dei Consigli di Intersezione sono deliberate dal Collegio dei Docenti e dal Consiglio di Istituto.
Le uscite a piedi, nell’ambito del territorio comunale, sono autorizzate dal Dirigente scolastico su richiesta scritta dell’insegnante.
I genitori degli alunni autorizzano il proprio figlio/a a partecipare all’uscita tramite la compilazione del tagliando consegnato dal docente di sezione.

Art. 7 – Interventi di esperti esterni

Quando la programmazione del Collegio dei Docenti o del Consiglio di Intersezione o di singoli docenti lo preveda, le attività didattiche in genere possono giovarsi del contributo contestuale di esperti.
Gli esperti esterni permarranno nei locali scolastici per il tempo necessario all’espletamento delle loro funzioni.
In ogni caso la completa responsabilità didattica e la vigilanza sugli alunni restano del docente. Pertanto, nel caso di intervento in classe di esperti, l’insegnante deve restare nella classe e affiancare l’esperto per la durata dell’intervento.

Art. 8 – Comunicazione Scuola/Famiglia

Per permettere il regolare svolgimento delle attività scolastiche e adeguata vigilanza, i genitori che accompagnano i bambini a scuola sono tenuti ad essere brevi nelle comunicazioni con le insegnanti, limitandosi alle informazioni strettamente necessarie.
I genitori non devono trattenersi in conversazione nei locali della scuola.
I tempi adeguati per i colloqui con le docenti saranno riservati nelle riunioni appositamente convocate.
Qualora i genitori avessero la necessità di conferire in momenti diversi da quelli fissati, è possibile concordare un appuntamento con le docenti di sezione.
Le comunicazioni scuola-famiglia vengono effettuate mediante:
– registro elettronico “Spaggiari-Classeviva”;
– telefono, in caso di urgenza.
Eventuali comunicazioni riservate saranno inviate dalla Segreteria della Scuola tramite posta/posta elettronica.
I genitori sono tenuti a visionare sia il registro elettronico che il diario personale.

Art. 9 – Abbigliamento

È obbligatorio che il bambino indossi un grembiulino.
Per praticità e per favorire l’autonomia del bambino si sconsiglia l’uso di body, salopette ed indumenti con le bretelle.
All’inizio dell’anno scolastico, le docenti di sezioni forniranno indicazioni su ulteriori materiali necessari.

Art. 10 – Giochi, oggetti vari

È bene che i bambini non indossino oggetti preziosi (collane, braccialetti, orecchini) e non abbiano con sé oggetti di valore.
Se i bambini portano a casa oggetti di proprietà della scuola, i genitori sono invitati a restituirli anche se apparentemente insignificanti..

Art. 11 -Protocollo di accoglienza per l’inserimento dell’alunno

L’accoglienza di inizio anno scolastico viene organizzata secondo le seguenti modalità:
– viene organizzata una riunione prima dell’inizio dell’anno scolastico, per informazioni ed accordi con i genitori;
– durante l’inserimento dei primi due giorni di scuola, ogni bambino frequenta un orario scolastico ridotto: un’ora secondo i turni prestabiliti nella riunione iniziale;
– dal terzo giorno di scuola i bambini possono rimanere a scuola due ore;
– in seguito, i bambini possono gradualmente allungare il tempo di permanenza a scuola.
Il bambino per poter essere accolto deve aver raggiunto il controllo sfinterico.

 

 

Allegati

Contatti

Struttura responsabile del documento

Circolari, notizie, eventi correlati

Consenso ai cookie con Real Cookie Banner